In Russia ci sono due modalità di istituzione di gare d’appalto a cui possono partecipare anche soggetti internazionali: la Legge Federale n.44-FZ del 2013 e la Legge Federale n.223-FZ del 2011.

Esaminando le norme è possibile farsi un’idea dei parametri che tracciano e dei requisiti che richiedono ai soggetti nazionali e internazionali, tenendo presente che, dal 1° gennaio 2017, la normativa federale sull’approvvigionamento delle imprese statali da fornitori stranieri (disciplinata dalla Legge Federale n.223-FZ) impone di favorire i fornitori dei paesi dell’Unione Eurasiatica: Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia, Kirghizistan.

Questo provvedimento riguarda tutte le gare d’appalto, aste e procedure previste dalla Legge n.223, esclusi gli approvvigionamenti da fornitore unico.

LE PRINCIPALI DIFFERENZE TRA LE LEGGI FEDERALI

Le gare d’appalto disciplinate dalla Legge Federale n.44-FZ riguardano le società di approvvigionamento che sono interamente possedute dallo Stato.

Queste gare:

  • coinvolgono un volume d’affari dieci volte superiore rispetto a quelle regolate dalla Legge Federale n.223-FZ
  • hanno una regolamentazione molto più dettagliata e rigorosa
  • richiedono l’elaborazione di un piano di approvvigionamenti triennale

I tender internazionali regolati dalla Legge n.223-FZ riguardano invece approvvigionamenti per società russe di cui lo Stato detiene il 50% oppure una partecipazione maggiore del 50%, come gli enti che conducono l’approvvigionamento attraverso fondi propri, fondi o sovvenzioni in subappalto; organizzazioni impegnate in settori regolati, come l’energia e l’acqua; soggetti che gestiscono monopoli di risorse naturali come le compagnie petrolifere o del gas.

La Legge n.223-FZ:

  • stabilisce solo i principi generali e i requisiti per i partecipanti
  • lascia libertà all’azienda cliente di sviluppare autonomamente la propria posizione
  • richiede una pianificazione più snella e di 1 solo anno

Le gare pubbliche russe disciplinate dalla prima legge, n.44-FZ, sono più complesse ed è di fatto necessaria una maggiore competenza o il supporto di professionisti in materia per le aziende internazionali che vogliono vendere in Russia.

CLIENTE, FORNITORE, METODI D’ACQUISTO

La comparazione delle caratteristiche previste dalle due leggi aiuta a capire le principali differenze tra le gare e il diverso approccio da attuare.

Legge n.44-FZ

  • Cliente – Sono Istituzioni statali ed enti di Pubblica Amministrazione.
  • Fornitori – Persone fisiche o giuridiche, compresi singoli imprenditori o lavoratori autonomi.
  • Fornitori privilegiati – Fornitori del Mercato Eurasiatico, piccole imprese, organizzazioni per disabili, organizzazioni senza scopo di lucro. Va ricordato come le aziende russe statali siano obbligate a effettuare il 15% di tutti gli acquisti da piccole imprese e organizzazioni a carattere sociale senza scopo di lucro.
  • Metodi di acquisto e gara – Sono 10 le modalità che la Legge individua per selezionare in modo competitivo il fornitore:
  • concorsi aperti
  • concorsi a partecipazione limitata
  • competizioni a più fasi
  • concorsi chiusi
  • concorsi chiusi con partecipazione limitata
  • aste chiuse
  • aste elettroniche
  • richieste di preventivi
  • richieste di proposte
  • un unico fornitore, ma questa fattispecie è piuttosto limitata

Legge n.223-FZ

  • Cliente – Sono aziende statali e private con una quota statale superiore al 50%; soggetti di grandi monopoli (ferrovie, etc.) o monopoli naturali (compagnie petrolifere, del gas, etc.); organizzazioni impegnate in attività regolate (approvvigionamento idrico, energia, etc.).
  • Fornitori – Come per la Legge n.44-FZ possono competere persone fisiche o giuridiche, compresi singoli imprenditori o lavoratori autonomi.
  • Fornitori privilegiati – Fornitori del Mercato Eurasiatico, piccole imprese e da fine marzo 2020 i lavoratori autonomi.
  • Metodi di acquisto e gara – Nel regolamento sugli acquisti il cliente inserisce tutte le opzioni di metodi di acquisto competitivi e non competitivi e un elenco completo di casi di approvvigionamento da un unico fornitore. Gli acquisti competitivi possono essere effettuati sotto forma di:
  • concorsi
  • aste
  • richieste di preventivi
  • richieste di proposte

Gli acquisti da PMI possono avvenire solo tramite 8 piattaforme di commercio elettronico, il Cliente russo può però a propria discrezione proporre altri metodi di acquisto; è evidente la maggiore flessibilità e snellezza, per vendere in Russia, di gare, aste e richieste di acquisto soggette a questa seconda Legge.

OBBLIGHI SPECIALI E GARANZIE PER IL FORNITORE

La Legge n.223-FZ non limita la possibilità di acquistare da un unico fornitore, inoltre in Russia dal 2019 quasi tutti gli appalti pubblici vengono effettuati per via elettronica e, per partecipare a qualunque attività di commercio elettronico, il fornitore è tenuto a possedere una firma elettronica qualificata.

Secondo la Legge n.44-FZ per vendere in Russia partecipando a gare pubbliche internazionali, indipendentemente dal valore totale, il cliente non può firmare un contratto se il fornitore non fornisce la garanzia finanziaria del contratto.

L’importo della cauzione varia dal 5% al 30% del prezzo massimo del contratto iniziale.

Se l’importo supera i 50 milioni di rubli, il cliente è tenuto a fissare la garanzia per un importo dal 10% al 30%.

La garanzia è data sotto forma di garanzia bancaria concessa da una Banca autorizzata dal Ministero delle Finanze russo, per le piccole imprese invece l’importo della garanzia è calcolato sul prezzo finale del contratto.

Per partecipare alle gare è necessario inoltre essere disposti a riconoscere in caso di vincita dell’appalto:

  • l’1% dell’importo del contratto, ma non più di 5.000 rubli (IVA esclusa),
  • l’1% dell’importo del contratto, ma non più di 2.000 rubli (IVA esclusa), se l’acquisto viene effettuato solo tra le piccole imprese e le organizzazioni senza scopo di lucro.

Se per qualche motivo il vincitore non conclude l’affare la quota non verrà prelevata dal secondo arrivato.

Secondo la Legge n.223-FZ le garanzie di esecuzione del contratto sono stabilite a discrezione del cliente che può decidere in quali gare richiedere la garanzia del contratto e in quale misura.

Negli appalti e gare per PMI la commissione di partecipazione per il vincitore è del 1% e non può superare la quota di 2.000 rubli.

Contattaci per avere maggiori informazioni: info@patrolinternational.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.