Trova i tuoi clienti e distributori in Russia

Tra i tanti strumenti che un’azienda può utilizzare per analizzare la complessità delle dinamiche che caratterizzano il mercato e trovare clienti e/o distributori in Russia e Est Europa, il database doganale è uno dei più interessanti.

Se si vuole esportare in un paese Extra UE e non si ha ben presente le potenzialità che potrebbe riservare lo specifico mercato estero, quali player sono presenti in quel mercato, o quali sono i volumi di vendita, i dati dei flussi doganali saranno in grado di rispondere a queste domande dandovi un’idea bene precisa delle possibilità  di sviluppo commerciale che l’azienda avrà o non avrà in quel determinato mercato.

Analizziamo le potenzialità di questo strumento più nello specifico cercando di rispondere alle domande più comuni in merito.

Che cosa è il database doganale e quali dati contiene?

Alcune nazioni rendono disponibili i flussi commerciali in entrata e uscita registrati dalla dogana, la logica è la stessa di quando in Italia si acquista un bilancio in Camera di Commercio: una fonte ufficiale rende i dati disponibili alla distribuzione.

I dati contenuti nei flussi doganali sono:

  • Ragione sociale dell’azienda esportatrice
  • Ragione sociale dell’azienda importatrice
  • Descrizione da parte dell’azienda esportatrice del prodotto esportato in ogni singola transazione
  • Valore della singola transazione (Kg e valuta)
  • Codice doganale in cui è stato esportato il prodotto

Inoltre, per quanto riguarda la Russia è possibile sapere il brand del prodotto esportato e i dati dell’azienda importatrice (classificazione merceologica dell’azienda russa, principali dati di bilancio se depositati, dati di contatto, ecc.)

I paesi dell’Est Europa che rendono disponibili i dati doganali sono: Russia, Kazakhstan, Ucraina, Uzbekistan.

Come appena accennato il database doganale è utile ad ogni azienda interessata ad esportare o che già esporta nei paesi che rendono i dati disponibili e che vuole tenere sotto controllo la presenza della concorrenza in quel paese.

Questo strumento consente di tracciare le spedizioni che vengono effettuate attraverso la dogana in una delle nazioni sopra elencate, indicando dove è stato prodotto il bene, da dove è stato spedito, quale azienda ha esportato il prodotto, il valore della singola transazione e l’azienda che ha importato il prodotto.

Ma, cosa più importante, il database doganale consente quindi di avere una lista di aziende in target con il proprio business (clienti finali o distributori) che stanno già importando e che possono essere contattati a scopo commerciale.

Quando utilizzare i dati doganali?

Nel caso in cui l’azienda non sia ancora presente nel mercato.

L’azienda utilizzerà i dati per avere una prima fotografia del mercato esteuropeo che intende presidiare, capendo quali sono i flussi di importazione totali, da quali nazioni vengono importati i prodotti, le performance dei player presenti in quel mercato e i canali utilizzati per servire il mercato stesso (distributori e clienti finali).

Quando si è già presenti in quel mercato

In questo caso i dati doganali vengono utilizzati per monitorare le performance di un distributore e/o dei competitor, con lo scopo di verificare nel tempo l’andamento delle loro vendite e i partner con cui lavorano.

Come posso utilizzare i dati?

Database doganale non vuol dire che i dati devono essere analizzati soltanto in base al codice doganale.

L’estrazione dei dati può anche essere a fatta a partire dalla ragione sociale dell’azienda esportatrice, dalla ragione sociale dell’azienda russa importatrice, dal codice doganale oppure si possono utilizzare tutti i parametri di estrazione.

In questo modo un’azienda che produce soltanto su commessa (ed utilizza codice doganale differente in base al tipo di prodotto realizzato) può monitorare l’attività dei competitor in base alla ragione sociale delle aziende concorrenti.

Se l’azienda vende invece prodotti a catalogo può monitorare le importazioni dei propri partner commerciali e le esportazioni nella Federazione Russa dei propri concorrenti.

Se i prodotti esportati rientrano in un codice doganale con una descrizione troppo generica, la presenza della descrizione del prodotto esportato in ogni singola transazione consente di individuare soltanto i prodotti rilevanti ed escludere le informazioni non interessanti.

Contattaci per avere maggiori informazioni: info@patrolinternational.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.